Home Page » Documentazione » Notizie » lettura Notizie e Comunicati

L'Ordine del Giorno per la realizzazione dell'asilo nido comunale approvato dal Consiglio Comunale

immagini generali
mer 19 feb, 2020

VISTA l’approvazione del piano triennale delle opere pubbliche 2020/2022 avvenuta il 30/12/2019,

PREMESSO

Che nel Comune di Anzio non esiste un asilo nido comunale;

Considerato l’indice di denatalità nel Comune di Anzio crescente dal 2014 ad oggi che registra un gap negativo tra i nuovi nati ed i decessi;

Considerato che gli Asili nido sono un servizio di interesse pubblico, aperto alle bambine/i di età compresa  tra i 3 mesi ed i 3 anni, che favorisce il pieno sviluppo della personalità dei soggetti, operando gli stessi nel rispetto del diritto-dovere dei genitori di istruire ed educare i propri figli, come sancito dall’art.30 comma 1 della Costituzione;

Che l’accesso ai servizi educativi per l’infanzia è un elemento essenziale nell’ambito delle politiche tese a favorire l’effettiva parità tra uomini e donne;

Che una maggiore e più diffusa disponibilità di tali servizi favorisce, infatti, una più equa distribuzione dei carichi di cura in ambito familiare, consentendo, in tal modo, l’accesso e la permanenza delle donne madri nel mondo del lavoro;

Vista la disponibilità manifestata dal Sindaco di Anzio, in occasione dell’approvazione del Bilancio di previsione, alla costruzione di un asilo nido comunale ed alla conseguente modifica del piano triennale delle opere pubbliche;

Considerato che un ordine del giorno consiste nell’espressione politica dell’esercizio formale di un indirizzo politico a favore della costruzione di un asilo nido comunale, già dichiarato verbalmente in più sedi.

TUTTO CIO’ PREMESSO

I Consiglieri comunali firmatari di tale mozione/ordine del giorno impegnano il Sindaco e la Giunta:

  1. A promuovere e progettazione e studi di fattibilità per la costruzione ex novo o ristrutturazione di eventuale immobile già di proprietà del Comune, da adibire ad asilo nido comuna 
  2. Di mettere in atto tutte le azioni propedeutiche per la partecipazione a bandi regionali e/o statali per acquisizione di fondi vincolati a tale realizzazione;
  3. Di dare mandato nello studio di fattibilità, di valutare attentamente i costi ed i benefici, attraverso la valutazione del possibile bacino di utenza, delle spese e della possibile ubicazione, comprensiva eventualmente di edifici privati già adibiti a tal uso, da acquisire a patrimonio comunale. 
  4.  Di riportare tale studi nelle Commissioni Consiliari proposte e di riportare il risultato di tali studi al Consiglio Comunale.

 

Anzio, 18  febbraio 2020

 

Condividi questa pagina

Notizie e Comunicati correlati